Come funziona il nuovo IFTTT e come creare una applet.

Come funziona il nuovo IFTTT, come clonare una Applet o come crearla ex novo connettendo i Servizi e scegliendo un Trigger o evento iniziale e una Action o azione conseguente.

Fino a poco tempo fa si parlava di Recipes (Ricette) che l’utente poteva creare o clonare per attivare dei collegamenti automatici tra servizi, social network e altre presenze del web.

Adesso le Recipes sono state sostituite dalla Applets che non hanno una traduzione italiana ma che rappresentano delle piccole applicazioni che generano semplici utilities. Ricordo che IFTTT è una sorta di acronimo della espressione inglese If This Then That. In pratica se accade un evento (o Trigger) in un servizio che abbiamo collegato allora viene attivata una azione (o Action) conseguente. La limitazione di IFTTT sta nella unicità dei collegamenti ai vari Servizi. Per esempio se mi connetto a un account Twitter e creo una Applet (ex Recipe) non posso creare un’altra Applet di un altro account Twitter. Ovviamente si può risolvere creando due diversi account IFTTT.

Dopo aver aperto la pagina iniziale di IFTTT si va su Get Started o su Sign up per creare un account. Si digita un indirizzo email e una password che serviranno come credenziali di accesso al servizio.

 

IFTTT ci mostrerà le Applets più condivise e più clonate con la descrizione delle stesse. Come vedete ce n’è una che genera automaticamente un tweet per ogni foto pubblicata su Instagram. Insieme a questa applet sociale ce ne sono anche altre che non ci saremmo neppure aspettati come quella per ricevere una notifica nel cellulare qualora domani dovesse piovere.

IFTTT ha anche delle applicazioni per il mobile a cui si può accedere con le stesse credenziali

 

COME CERCARE E CLONARE UNA APPLET
Andando in alto su Search possiamo cercare una applet già creata che risponda alle nostre esigenze. Si può cliccare su una delle icone dei Canali più utilizzati oppure digitare una parola chiave
Per esempio digitando Feedly che è un lettore di feed tra i più usati si visualizzano le Applet più clonate
Esiste una applet per salvare un articolo in Pocket quando viene salvato in Feedly e un’altra per aggiungere il link dell’articolo a Evernote quando un elemento viene salvato nella cartella Save for Later di Feedly. Se una di queste applet soddisfa in pieno le nostre esigenze ci si clicca sopra. Verrà di default mostrato il cursore su Turn on ma l’applet funzionerà solo se connetteremo i servizi interessati
Ciascuna applet avrà un ID univoco. Per l’abilitazione si dovrà cliccare sui servizi collegati per connetterci con i nostri account. Per la applet presa come test sono Pocket e Feedly.
Per ciascun servizio connesso dovremo dare il consenso all’accesso  al nostro account alla applicazione di IFTTT. Una applet creata può essere testata nel suo funzionamento andando su Check Now e può essere disabilitata spostando il cursore da On a Off.
COME CREARE UNA NOSTRA APPLET
Se vogliamo fare le cose da soli anche perché non abbiamo trovato nulla che ci interessi con la funzione Search si va su My Applet in alto quindi su New Applet posto a destra. Si aprirà l’Applet Maker con la scritta IF +THIS THEN THAT in cui cliccare su +THIS
Dovremo cioè impostare quello che si chiamava Trigger vale a dire l’evento iniziale. Facciamo l’ipotesi di creare una applet che ripubblichi automaticamente tutti i post del nostro sito sul nostro Profilo Facebook. Dopo aver cliccato su +THIS dovremo quindi cercare Feed nella casella di ricerca dei Servizi mostrati più in basso. Sceglieremo Feed

Si aprirà una nuova finestra con due opzioni

Le opzioni possono anche essere di più se si fosse scelto un altro servizio. In questo caso si può scegliere New Feed Item per avere un Trigger che comprenda tutti i post pubblicati oppure New Feed Item Matches per avere un Trigger solo per determinati post. Per esempio quelli che hanno nel titolo una data parola. Per il nostro test sceglieremo la prima opzione che ci permetterà di ripubblicare tutti i post.
In Feed URL si incolla l’indirizzo del feed del nostro blog (anche quello di FeedBurner va bene). Si va quindi su Create Trigger che aprirà una nuova finestra in cui cliccare su +THAT
per creare l’Action. Se il Trigger sono i post pubblicati sul sito la Action consiste nella loro pubblicazione nel Profilo Facebook. Tra i servizi quindi si sceglie Facebook
Dovremo quindi andare su Connect per connettere il nostro account alla Action
Si aprirà una finestra popup in cui concedere l’autorizzazione all’accesso al nostro account. Si visualizzeranno tre possibili opzioni per l’Azione
Si tratta della Creazione di un aggiornamento di stato, di Creare un link al post o di Caricare una foto dall’indirizzo dell’elemento del feed. Scegliamo la seconda opzione che ci permette di avere un nuovo post su Facebook con link all’articolo del nostro blog
Adesso dobbiamo configurare l’elemento creato con l’azione aggiungendo gli Ingredienti al Link dell’URL e al Messaggio. Per questa ragione quella che adesso si chiama Applet prima si chiamava Recipe (Ricetta). In Link URL lasciamo EntryURL. In Message si clicca su +Ingredient
che aprirà un Menù verticale in cui selezionare per esempio EntryTitle (Titolo del Post), EntryContent (Contenuto del post) e EntryImageUrl per aggiungere la prima immagine. Si va su Create Action per terminare la configurazione. Ricordo che l’Applet può essere sempre modificata.
Si visualizzerà un riassunto della Applet creata. Si va su Finish dopo aver lasciato il cursore acceso o averlo spento per ricevere le notifiche tutte le volte che l’applet ha postato un elemento. L’Applet potrebbe avere bisogno di una ora per iniziare a funzionare. Si visualizzerà insieme a tutte le altre Applet create nella nostra pagina di IFTTT cliccando su My Applets. Potremo controllare il loro funzionamento cliccandoci sopra e andando su Check Now oppure disattivarle con l’apposito cursore.
IFTTT è un servizio assolutamente fondamentale per automatizzare le nostre azioni online come per esempio ripubblicare i commenti del sito su Twitter. Le sue possibilità sono veramente immense. Concludo questo post con un Glossario essenziale:
  1. Services (Servizi): Sono i servizi usati per i collegamenti e le connessioni. Some decine e molto diversi tra loro. Alcuni esempi sono Facebook, Evernote, Twitter, GMail, Blogger, WordPress, Dropbox, Feed RSS, Instagram e Youtube. Ciascun Servizio ha i suoi Trigger e le sue Action opzionali.
  2. Triggers (Eventi): Sono una parte di una Applet. Si tratta di un evento iniziale come “Sono stato taggato in una foto su Facebook” oppure “Ho pubblicato una immagine su Instagram“. Si tratta della parte This della Applet cioè della condizione iniziale
  3. Action (Azione): E’ la parte That della Applet. Una Action conseguente a un Trigger potrebbe essere quella di “Invia un tweet con una foto su Twitter“.
  4. Ingredients (Ingredienti): Un Trigger può essere composto da varie parti che vengono appunto denominate Ingredienti. Per esempio il Trigger della ricezione di una Email è composto dai seguenti Ingredienti: Oggetto, Corpo, Allegati, Data di ricezione e Indirizzo del mittente. Stesso discorso vale per una Action come abbiamo appena visto per gli Ingredienti aggiunti all’aggiornamento di stato di Facebook come conseguenza di un elemento di un Feed.
  5. Applet: Le Applet sono delle combinazioni di un Trigger e di una Action attraverso i Services che abbiamo connesso a IFTTT. Per esempio: “Se aggiungo una foto su Instagram questa venga anche pubblicata su Tumblr“.
  6. Shared Applets: Chi crea delle Applet interessanti può condividerle con gli altri utenti. Si possono fare delle ricerche per vedere se sia stata già creata la applet utile per collegare un dato Trigger a una data Action.
  7. On/Off: Le applets che sono state create o che sono state clonate nel nostro account possono essere attivate o disattivate con un click.
  8. Check Now: pulsante per controllare che una Applet funzioni correttamente.
Tags:

Add a Comment

X